Tue 26 Jul 2005, 14.41 - Stampa
Sul sito Enterprise Europe il Directorate-General for Enterprise and Industry ha pubblicato una guida dal titolo "How to deal with the new rating culture: A practical guide to loan financing for small and medium-sized enterprises". Questa guida Ŕ rivolta ai manager delle PMI che vogliono imparare come le banche valutano la rischiositÓ alla luce di Basilea 2.
La pubblicazione Ŕ giÓ disponibile in inglese e sarÓ tradotta nelle altre lingue dell'Unione. Pu˛ essere scaricata all'indirizzo:
http://europa.eu.int/comm/enterprise/entrepreneurship/financing/basel_2.htm.
Fri 1 Jul 2005, 08.20 - Stampa
Leggendo il blog avrete capito che non sono un fan accanito dell'etica negli affari e nella finanza. Mi sono ricreduto leggendo la prefazione al bel libro di Laura Vigan˛ La finanza etica scritta dall'amico Mario Masini dell'UniversitÓ di Bergamo. Vi cito un passaggio nel quale mi ritrovo completamente:
"... si possono allora fissare alcuni punti secondo i quali caratterizzare la banca etica:
- la banca etica intuisce opportunitÓ di scambio finanziario dove operatori finanziari pi¨ "pigri" non ne intravedono alcuna;
- la visione di mercato e la tensione realizzativa della banca etica sono rese pi¨ forti e penetranti dalla maggior consapevolezza dei propri ideali;
- la banca etica non inventa nuovi paradigmi di equilibrio e trasformazione dei rischi, ma Ŕ creativa nel costruire i processi che rendono tali equilibri realizzabili in contesti inusitati."
Quindi l'etica si fonde sulla tensione a rispondere ai bisogni delle persone, e sulla responsabilitÓ che nasce in chi avverte questa urgenza. L'idea del business office, se mai troverÓ la strada per realizzarsi, lo potrÓ fare per questa tensione.