home repoblog unitn home page


Le Marche in prima linea nell'aggiornamento delle convenzioni 107

Tue 26 Oct 2010, 21.53

Da una news ANSA:
(ANSA) - JESI (ANCONA), 25 OTT - Nuovo sostegno alle Pmi artigiane delle Marche. Banca Marche ha sottoscritto le nuove convenzioni con i Confidi marchigiani 107: i consorzi fidi con requisiti patrimoniali rafforzati, intermediatori finanziari vigilati da Bankitalia. L'accordo coinvolge la Cooperativa Pierucci (Cgia), Fidimpresa Marche (Cna) e la Societa' Regionale di Garanzia Marche. BdM potra' finanziare in misura maggiore e a condizioni migliori le piccole e medie imprese che aderiscono ai Confidi. ''Una collaborazione - ha detto il presidente della banca Michele Ambrosini - che ci ha consentito anche in questi ultimi tempi di mobilitare notevoli risorse in una situazione congiunturale difficile''. (ANSA).
I tre 107 marchigiani stanno facendo un discreto gioco di squadra (a cominciare dal sistema informativo, non cosa da poco), anche grazie all'occhio di riguardo di banche radicate in regione come Banca Marche. Nic e Gabri, abbiamo un testo interessante da esaminare per lo studio sulle convenzioni. A proposito, a giorni daremo notizia del seminario Smefin sull'argomento.

Luca

Commenti precedenti:

Alessio Orru (27/10/2010 11.20)

Sarebbe utile che questo gioco di squadra si estendesse anche alle altre regioni. Si potrebbe avere una bozza del testo concordato o in fase di discussione in modo tale da partire da una base comune?

Luca (27/10/2010 11.50) n/a

@Alessio: nel gruppo Smefin stiamo facendo un lavoro del genere. Nic&Gabri hanno raccolto un buon repertorio di convenzioni recenti e stanno ricavandone una matrice di classificazione e confronto. I primi risultati li presentiamo al seminario "Convenzioni" che annunceremo a giorni. Siamo ben disposti a far convergere il lavoro su tavoli che nel frattempo fossero formati da ABI, associazioni dei confidi o altri soggetti rappresentativi.

Sapio (27/10/2010 12.03) n/a

Luca, provate a mettere in un allegato il set di informazioni che i vari player debbono scambiarsi. Sai mai si riesce a farne una base per un software comune!