home repoblog unitn home page


A Cuneo! Cronaca del convegno sui confidi del 21/12

Sat 22 Dec 2007, 07.34

Tot si vantava dei tre anni di militare a Cuneo ("hanno influito sulla mia psiche"), io sono felice di esserci stato un giorno per il convegno annunciato in questo blog.
Sono partito verso le 18.00 del giorno prima da Trento, dopo una giornata dedicata a festeggiamenti e auguri, e una bella pizza insieme con la squadra smefin di Trento, dieci tra ragazze (tutte carine) e ragazzi a cui sono molto affezionato. All'andata ho fatto l'intero percorso in autostrada, con sosta all'Autogrill vicino a Tortona, dove mi sono concesso un menu di quattro portate che vi consiglio: panino bufalino, macedonia con ananas, uva, melone (penso scongelata, ma buona), 75 cl di acqua San Pellegrino e caff, il tutto per 7,10 euro. In questa zona tra il Pavese, l'Alessandrino e la Liguria facile incontrare uomini dai tratti marcati, che ricordano i personaggi del "Lie Detector" (ci avete mai giocato?).
A Cuneo ho parcheggiato al 6 piano sottterraneo del parcheggio di Piazza Boves e in due minuti ho raggiunto l'Albergo Principe sulla maestosa Piazza Galimberti (il centro della citt). Ben riposato, sono uscito a fare due passi. Cuneo una bella citt, posta in una piana circondata da una corona di montagne innevate. Come a Torino, le vie principali hanno i portici. Ho passeggiato piacevolmente tra negozi e pasticcerie piene di cose buonissime. Alle 10.00 ho raggiunto la Camera di commercio, luogo del convegno. L ho conosciuto finalmente Massimo Ceretto, risk manager di Eurofidi. Sono arrivati poi i dott. Guarena e Clemente, direttore generale e responsabile crediti di Unionfidi Piemonte. Si fatta una bella chiacchierata su temi di comune interesse.
Alle 10.55 il presidente della CCIAA di Cuneo, Ferruccio Dardanello, ha introdotto il convegno. Sergio Rossi del Consorzio camerale per il credito e la finanza di Milano ha presentato la ricerca sui confidi in provincia di Cuneo. Ho quindi preso la parola toccando alcuni temi caldi. Sono poi intervenuti Sandro Pettinato di Unioncamere e Francesco Bellotti, presidente di Federconfidi. Interventi interessanti, chiusura alle 12.30 (senza domande dal pubblico) e aperitivo con buffet.
Dopo il convegno, Francesco Bellotti ha organizzato una colazione lampo presso l'Osteria della Chiocciola, nel centro storico di Cuneo. Con l'occasione ho conosciuto Giuseppe Pacotto, fondatore del Gruppo Tesi, societ di servizi informatici di Bra (dunque concittadino di Bellotti). Pacotto aveva piacere di incontrarmi per parlare di XBRL. In effetti abbiamo parlato di cose molto interessanti, senza trascurare i piaceri della tavola. La "Chiocciola" ha una cantina sontuosa, dalla quale l'amico Francesco ha scelto, benissimo, un C del Bosco Franciacorta Brut Cuve Annamaria Clementi e un Barbera d'Alba non da meno. Ho scoperto i "tajarin", tagliolini spessi all'uovo con burro e salvia, e un tortino con crema al gianduja nella pasta frolla pi buona che abbia mai assaggiato.
Usciti dal locale, stavamo conversando quando una signora, giovane e bella molto, ci ha gentilmente fatto spostare per posteggiare la sua Audi A6 break l dove stazionavamo. L'abbiamo seguita con lo sguardo, quando scesa dall'auto e si allontanata, incerti se dedicarle un sonetto nello stile della Vita Nova o se continuare a discorrere di rapporti banca-impresa. Ha prevalso la seconda opzione, e ci siamo portati in Piazza Galimberti, dove ho fatto scorta di cuneesi al rhum da Arione.
Era ora di tornare. Sono riemerso dalle segrete del parcheggio di Piazza Boves con la smefinmobile, e ho preso per Alba, Asti e da l l'autostrada per Milano. Una breve visita al pap con cena , e poi di nuovo in marcia. Il magico preparato a base di Cuve Clementi, Barbera d'Alba e tortino al gianduja ha favorito un lento rilascio di contentezza, fino all'arrivo a casa, dove ho ritrovato la mia signora, giovane e bella sempre.

Luca

Commenti precedenti:

bartolomililli (22/12/2007 16.45)

Carissimo Prof. in questo post si è abbandonato a tantissimi complimenti a belle ragazze. Peccato non aver vissuto quel convegno! Colgo l'occasione per porgere a Lei e famiglia, nonchè ai suoi collaboratori i più affettuosi auguri di buon natale e felice anno nuovo. Bartolo Mililli

Luca (22/12/2007 20.04)

Abbandonato è un po' troppo, diciamo che mi piace guardare e pensare che "la bellezza è lo splendore del vero".

Tantissimi auguri sinceri anche a lei, caro presidente.