Il Comitato Torino Finanza sui confidi: la ricerca e il convegno

Fri 10 Dec 2010, 16.21 Stampa

Dal 2005 il Comitato Torino Finanza presso la Camera di Commercio di Torino, realizza con regolaritÓ una ricerca sui Confidi che mira ad analizzare il mercato della garanzia in Piemonte e in tutta Italia. Il progetto di ricerca avviato nel 2010 ha perseguito tre obiettivi: (a) aggiornare il Censimento dei confidi attivi in Italia ed analizzare le relative quote di mercato; (b) effettuare l’analisi del bilancio al 31 dicembre 2009 dei principali confidi italiani (“confidi 107” o “candidati 107”); (c) approfondire il mercato dei confidi della Regione Piemonte.
In un convegno tenuto il 30 novembre a Torino, i curatori della ricerca hanno presentato i risultati (qui ci sono le slide, molto interessanti). E' seguito un dibattito con voci autorevoli, come Francesco Bellotti (Federconfidi) Salvatore Vescina (Ministero delle Sviluppo Economico, qui le slide), Lorenzo Gai (UniversitÓ di Firenze), Massimo Giordano (Assessore Regione Piemonte), e Roberto Rinaldi (Banca d'Italia).

Luca

Commenti precedenti:


Nostradamus (10/12/2010 17.52) n/a

Bel lavoro, come vedi anche guardare dal buco della serratura puo' essere utile.

L'ultima pagina è da brividi.....per il sistema !

Luca (10/12/2010 18.45) n/a

@Nostradamus: mi sembra che la ricerca sia stata fatta alla luce del sole. Comunque cambierò espressione: non più il buco, ma il gufo delle serratura ...

Rob (10/12/2010 18.56) n/a

Ma perché ? Nostradamus si occupa di buchi?

Nostradamus (10/12/2010 22.06) n/a

Rob è una lunga storia. Comunque ( a parte gli scherzi, i gufi e i relativi buchi) analizzare lo stato delle strutture piu' significative nel mondo dei Confidi, e , conseguentemente, metterle a nudo e classificarle in base ai vari parametri aiuta le stesse e chi si sta' affacciando al nuovo modo di essere intermediari .

Spaventoso il monte di garanzie rispetto al totale degli ex art.107 e molto "scenico" il differenziale tra strutture del Nord e del Sud.

A trovarla questa riga li nel mezzo .....

Sapio (11/12/2010 19.14) n/a

I bilanci esaminati sono tutti IAS compliant?

Luca (11/12/2010 19.17) n/a

Sapio, come potrebbero esserlo? Sono bilanci 2009!

Sapio (11/12/2010 19.19) n/a

Questa definizione è errata: "Il tasso di sofferenza quantifica l■ammontare delle garanzie con probabilità di default medio alta, prima del verificarsi del default stesso."

Il tasso di sofferenza è uno stato di default conclamato ed irreversibile, quindi è più grave del default stesso.

Sapio (11/12/2010 19.24) n/a

Nella slide 46 si afferma che tutti i Cinfidi elencati hanno un Tier2 (nella definizione dei ricercatori) superiore al minimo. ma allora che necessità c'è di ricapitalizzazioni?

Sapio (11/12/2010 19.27) n/a

Dunque i bilanci non sono Ias compliant ed il Tier è il risultato di un calcolo non verificato e non supportato da un processo Icap. Allora che uso dobbiamo fare di questi dati?

Sapio (11/12/2010 19.59) n/a

Slide n. 26 Artigiancredito Toscano (bilancio 2009 già IAS). Il Tier 2 passa dal 25,9 del 2008 al 9,9 del 2009. Cosa è successo? E' l'effetto degli Ias e dell'Icap con impairment a danno del Patrimonio? Fosse l'annuncio di quello che aspetta gli altri 107. Ad aprile vedremo!

excelsus (11/12/2010 20.35) n/a

@sapio...l'impatto delle garanzie sul patrimonio varia in base alla forma tecnica della garanzia rilasciata...ne abbiamo già parlato, ricordi?

Sapio (11/12/2010 20.46) n/a

Certo, ma questo che c'entra. ATC ha cambiato le forme tecniche da un anno all'altro?

Rob (11/12/2010 21.48) n/a

Forse si ma il problema sollevato da sapio rimane....

Strano che tutti i confidi analizzati abbiamo un rationem patrimoniale spesso esuberante sempre in regola.... Ma siamo sicuri che questo benedetto pv ci sia (insieme ovviamente ai sempre trascurati fondi rischi - a presidio della pA..........)

Luca (11/12/2010 23.50) n/a

Sapio, penso sia dovuto alla rivalutazione delle garanzie pluriennali: commissioni incassate all'erogazione e allora portate a reddito (quindi a incremento del patrimonio) sono riscontate e si spostano da riserve a risconti passivi. Ma c'è il lato positivo: fanno emergere ricavi negli anni successivi.

Sapio (12/12/2010 08.36) n/a

Per ATC è così. Ma per gli altri che ancora non hanno fatto i bilanci IAS c'è da attendersi il medesimo fenomeno? Quell'esuberante patrimonio di vigilanza che fine farà?

Sapio (12/12/2010 11.58) n/a

Un'altra cosa: nel futuro (Basilea 3) non si potrà più giocare con la distinzione fra Perdite Attese ed Incorse. Le due definizioni saranno unificate. Questo significa che i Risconti faranno emergere Ricavi immediatamente contropartitati da Costi-accantonamenti. I Fondi non generano utili. Solo il Capitale vero e sonante genera (piccoli) utili.

Gigi (13/12/2010 21.12) n/a

Ricerca veramente bella ed utile: si sentiva il bisogno di qualcuno che andasse oltre le solite sigle sindacali (senza nulla togliere). L'unica analisi decente era, fino ad oggi, quella di Fedart, che però, era limitata al mondo artigiano.

Una nota che mi sento di aggiungere è che i bilanci, purtroppo, risentono della (in)capacità di chi li ha redatti. Già in estate avevo stigmatizzato come le garanzie fossero in nota integrativa poco e male spiegate e si parlava dei confidi 107, non oso immaginare cosa ci sia negli altri. Certo nella somma totale forse gli errori si elidono, ma ho l'impressione che un errore molto comune (e che va a sommarsi più che ad elidersi) sia il fatto che le garanzie vengono spesso valutate al nominale e non al loro valore effettivo. Questo una tempo faceva "bello" il bilancio del confidi. Ora non più perché più garanzie vuol dire più rischio.

Certo la colpa non è dei ricercatori ma dei ricercati (nessun doppio senso....).

excelsus (15/12/2010 12.18) n/a

@sapio...certo ACT dal 2008 presta garanzie Basilea 2 Compliant...

Rob (15/12/2010 21.18) n/a

@ excelsus: act lo fa... ma non sempre... (ma va bene così ....)

Dite la vostra:

Name *:
E-mail:
Comment *:

<HTML is not allowed>
Formatting: Basic formatting can be included like so:
[b]bold[/b] and [i]italic[/i]
Linking: Links cannot be included