Strumenti ibridi per i confidi piemontesi: la replica della Regione

Wed 4 Nov 2009, 17.38 Stampa

Su segnalazione di un attento e gentile visitatore, vi allego qui la lettera di risposta all'articolo uscito sul Sole 24 ore Nord-ovest qualche giorno. Il Vice-presidente della Giunta regionale Peveraro e l'assessore Bairati forniscono precisazioni sulle caratteristiche tecniche degli strumenti ibridi di capitale che la Regione potrÓ sottoscrivere nei confronti dei confidi, sottolineando che gli stessi saranno offerti secondo due modalitÓ, e che entrambe sono attivabili tanto dai 106 quanto dai (futuri) 107.
Come si precisa nella lettera citata, tali strumenti nella versione pi¨ vicina alle istanze dei 107 potranno essere utilizzati per assorbire le perdite derivanti da insolvenze nel momento in cui la perdita di esercizio conseguente determina una riduzione del patrimonio netto sotto una determinata soglia. Il confidi Ŕ per˛ tenuto a ripristinare l'importo defalcato in tale evenienza se successivamente consegue degli avanzi di gestione.

Luca

Commenti precedenti:


No documents found

Dite la vostra:

Name *:
E-mail:
Comment *:

<HTML is not allowed>
Formatting: Basic formatting can be included like so:
[b]bold[/b] and [i]italic[/i]
Linking: Links cannot be included