L'Unione Europea stringe i controlli sulle agenzie di rating

Fri 24 Apr 2009, 08.54 Stampa

Come riferisce Adriana Cerretelli sul Sole 24 ore di oggi a pag. 41, Il Parlamento europeo ha approvato ieri a Strasburgo a larghissima maggioranza (569 voti a favore, 47 contrari e 4 astensioni), le norme che regolano le agenize di rating. Le agenzie del rating come Standard and Poor's, Moody's o Fitch, che valutano i rischi per chi investe negli istituti (o negli Stati) che emettono titoli di credito, saranno sottoposte a un regime Ue di autorizzazione e controllate da un collegio che riunirÓ i supervisori nazionali dei Ventisette (il comitato dei regolatori europei - Cesr). Le agenzie dovranno essere pi¨ trasparenti, eliminare i conflitti d’interesse e rendere pubblici gli elementi e i criteri di valutazione adottati. Il nuovo regolamento Ue sostituirÓ, nei fatti, l’attuale autoregolmentazione delle agenzie di rating basate su codici volontari di buona condotta.

Luca

Commenti precedenti:


Claudio D'Auria (27/04/2009 14.06)

Mi sembra cosa buona e giusta. Ho solo qualche perplessità sulle modalità della vigilanza; infatti, da un punto di vista regolamentare, le regole citate sono abbastanza light (del resto sarebbe difficile prevedere forme più incisive di vigilanza sulle rating agencies), dal punto di vista di supervisione, occorrerà dotare il Cesr di effettivi poteri di controllo, il che non è banale.

Dite la vostra:

Name *:
E-mail:
Comment *:

<HTML is not allowed>
Formatting: Basic formatting can be included like so:
[b]bold[/b] and [i]italic[/i]
Linking: Links cannot be included