Proposta della Commissione Europea contro i ritardi di pagamento

Wed 8 Apr 2009, 15.04 Stampa

Da un comunicato stampa della Commissione Europea
La Commissione osteggia i ritardi di pagamento
Nonostante alcuni miglioramenti registrati nel corso degli ultimi anni, i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali tra imprese o tra imprese e autoritÓ pubbliche sono ancora una realtÓ nell'UE. ╚ un fenomeno che ostacola lo sviluppo delle imprese ed Ŕ addirittura all'origine del fallimento di imprese altrimenti sane, soprattutto laddove si tratti di piccole e medie imprese (PMI). Purtroppo a tutt'oggi la cultura dei pagamenti da parte delle autoritÓ pubbliche non Ŕ sempre lodevole. Considerata la crisi attuale diversi Stati membri hanno perci˛ iniziato ad affrontare la questione a livello nazionale.[...] I cambiamenti proposti rispecchiano l'importanza che hanno i pagamenti tempestivi per le imprese e soprattutto per le PMI:
  • di norma le autoritÓ pubbliche dovrebbero pagare le loro fatture entro 30 giorni o altrimenti sarebbero tenute a pagare interessi, una compensazione per i costi di recupero e un indennizzo forfettario pari al 5% dell'importo dovuto a decorrere dal primo giorno di ritardo del pagamento. In casi debitamente giustificati i periodi per il pagamento possono essere prolungati;
  • la libertÓ contrattuale sarÓ rispettata nelle relazioni tra azienda e azienda, tuttavia nel caso di ritardi di pagamento le aziende avranno il diritto di esigere interessi di mora e una compensazione dei costi di recupero;
  • sono rese pi¨ rigorose le regole sui contratti gravemente iniqui.
Utopia? L'importante Ŕ che il problema si affronti.

Luca

Commenti precedenti:


No documents found

Dite la vostra:

Name *:
E-mail:
Comment *:

<HTML is not allowed>
Formatting: Basic formatting can be included like so:
[b]bold[/b] and [i]italic[/i]
Linking: Links cannot be included