Intervento di Andrea Resti: Basilea 2 non c'era, non pu˛ essere colpevole della crisi

Thu 8 Jan 2009, 06:51 PM Stampa

Vi segnalo questo brillante articolo di Andrea Resti sul sito lavoce.info, dove si respinge l'accusa a Basilea 2 di essere tra le cause della crisi finanziaria globale, per il semplice fatto che non era in vigore negli USA presso le istituzioni travolte dal turmoil. Si indicano altri punti deboli del nuovo Accordo: non includere nel primo pilastro il rischio tasso sul banking book, l'eccessiva enfasi data ad una componente variegata quale Ŕ il rischio operativo, e la mancata revisione delle regole sugli strumenti ammessi nel capitale regolamentare.

Luca

Commenti precedenti:


Andrea Resti (08/01/2009 17.30) n/a

Grazie per la segnalazione a Luca Erzegovesi, che per modestia non segnala di avere registrato sul sito di lavoce.info un commento al mio articolo, commento che ho trovato molto incisivo, documentato e originale. In effetti, un aspetto critico della recente crisi che, per ragioni di brevità, non trovava spazio nel mio articolo, è che le regole di vigilanza possono aver creato un incentivo a cartolarizzare rischi di credito per spostarli dal banking book al trading book, nell'intento di ridurre i requisiti patrimoniali. Una volta spostate nel trading book, queste esposizioni, venivano assoggettate alla contabilità a valori di mercato, diventando molto più volatili che se fossero rimaste nel banking book (dove ad esempio per l'Europa l'IFRS 39 prevede il criterio del costo ammortizzato, ben meno sensibile del fair value alle crisi isteriche dei mercati). Il commento di Luca si rifà a questo tipo di problematiche, su cui spero di tornare presto con un prossimo articolo. Intanto lo ringrazio molto per aver coniugato, come sempre, acume e garbo.

Luca (01/08/2009 07:48 PM) n/a

Grazie a te, Andrea, per questa ripresa del mio fugace commento sul lavoce.info. In effetti è un argomento che merita di essere approfondito, perché grazie alla magnanimità delle banche centrali il gioco dei travasi tra banking book ed esposizioni cartolarizzate continua ancora (vedi recenti securitization di mutui fatte per produrre materiale stanziabile presso al BCE).

Dite la vostra:

Name *:
E-mail:
Comment *:

<HTML is not allowed>
Formatting: Basic formatting can be included like so:
[b]bold[/b] and [i]italic[/i]
Linking: Links cannot be included