Obbligo di reporting alla SEC in XBRL: i CFO USA protestano per i tempi stretti

Wed 6 Aug 2008, 09.11 Stampa

Secondo un articolo sul sito CFO.com, i direttori finanziari delle societÓ USA giudicano troppo aggressivi i tempi di introduzione dei report obbligatori in formato XBRL che la SEC ha approvato nello scorso maggio. Questo piano, che sta molto a cuore al presidente delle SEC Christopher Cox (vedi questo blog e quest'altro articolo di CFO.com), prevede che dal 2009 le societÓ con pi¨ di $5 miliardi di capitalizzazione di borsa dovranno iniziare a trasmettere alla SEC i report 10-Q e 10-k per l'esercizio chiuso negli ultimi mesi del 2008 anche in formato XBRL. Nel 2010 l'obbligo sarÓ esteso a tutte le societÓ (comprese quelle estere) che applicano i principi US-GAAP, mentre dal 2011 riguarderÓ anche le societÓ estere che applicano altri standard contabili.
Auspichiamo che l'adozione di XBRL tra le societÓ quotate proceda anche in Europa (e in Italia).

Luca

Commenti precedenti:


No documents found

Dite la vostra:

Name *:
E-mail:
Comment *:

<HTML is not allowed>
Formatting: Basic formatting can be included like so:
[b]bold[/b] and [i]italic[/i]
Linking: Links cannot be included