Seminario sui confidi a Vicenza

Thu 21 Jun 2007, 17.54 Stampa

Torno da Vicenza, dove ho partecipato ad un seminario organizzato dal CPV (Centro ProduttivitÓ Veneto), una Fondazione che unisce cinque Camere di commercio del Veneto e altri partner pubblici e privati. Il CPV Ŕ una realtÓ molto dinamica che organizza programmi di formazione e sportelli informativi e di orientamento. Il seminario verteva sul tema "Riposizionamento strategico dei confidi". Il mio intervento, di circa due ore, Ŕ stato seguito da due interessanti testimonianze di Patrizia Geria, direttrice di Neafidi, e Luciano Sassetto, direttore di Artigianfidi Vicenza. In aula c'erano circa quaranta persone provenienti da confidi, banche, associazioni di categoria. Ha introdotto i lavori Ambrogio Della Rovere, noto imprenditore vicentino, che ci ha seguito fino alla fine.
Gli organizzatori mi hanno invitato dietro segnalazione di Luciano Sassetto, attento lettore dei nostri paper pubblicati sul sito Smefin. E' stata l'occasione per incontrarsi di persona. Con Patrizia Geria ci si era giÓ conosciuti ad un seminario di Federconfidi Servizi a Bologna, nel novembre 2005. Non vi nascondo che Ŕ una bella soddisfazione sapere che quello che scriviamo e mettiamo sul sito viene preso sul serio da operatori qualificati.
Tanto Neafidi quanto Artigianfidi Vicenza sono molto avanti nel progetto di trasformazione in 107. Pur diversi per storia, settore e proiezione territoriale, hanno seguito tutt'e due un percorso di crescita e di innovazione societaria, organizzativa e operativa che ha saputo aggregare con successo un numero significativo di confidi. Ho percepito un rapporto equilibrato tra direzione, organi di governo, enti pubblici. Il management ha molto chiara la mission del confidi, e soprattutto sa affrontare il cambiamento. Ci sono agende ben definite per la trasformazione in 107, con i diversi problemi ben ordinati e affrontati con autonomia di giudizio e buon senso. Consiglio ai confidi che vivono con apprensione la vigilia del grande passo a farsi contagiare dal sereno realismo dei colleghi vicentini.

Luca

Commenti precedenti:


Antonio Giordano (27/06/2007 16.14)

Caro Prof.

non c'entra niente con la discussione di cui sopra, ma segnalo l'aumento gratuito del capitale sociale con i contributi pubblici di Unionfidi Piemonte (www.unionfidi.com), e la news in cui l'Assessore alle Attività produttive del Lazio in cui si specifica un'intesa sulla capitalizzazione dei confidi del Lazio attraevrso i fondi di provenienza pubblica (www.unionfidi.it).

Saluti

Luca (27/06/2007 17.44) n/a

Grazie della segnalazione. So di un grande attivismo assembleare tra i confidi per avvalersi del comma 881 della legge finanziaria che consente l'imputazione delle riserve di origine pubblica a capitale sociale. Mi fa piacere che nel caso del Lazio questo soluzione sia stata concordata con la Regione.

Dite la vostra:

Name *:
E-mail:
Comment *:

<HTML is not allowed>
Formatting: Basic formatting can be included like so:
[b]bold[/b] and [i]italic[/i]
Linking: Links cannot be included