Decreto Bersani, art. 37: bilanci in formato elettronico elaborabile

Tue 1 Aug 2006, 11.08 Stampa

Cito alcuni passaggi dall'art. 37 del Decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 153 del 4 luglio 2006, convertito nella “Legge Bersani”, la n.248 del 4 agosto 2006:

21. In attuazione delle disposizioni di cui all'articolo 50 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, come modificato dal decreto legislativo 4 aprile 2006, n. 159, ed al fine di ridurre gli adempimenti dei contribuenti, le camere di commercio, industria, artigianato ed agricoltura comunicano all'anagrafe tributaria, senza oneri per lo Stato, in formato elettronico elaborabile, i dati e le notizie contenuti nelle domande di iscrizione, variazione e cancellazione, di cui alla lettera f), dell'articolo 6 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 605, anche se relative a singole unita' locali, nonche' i dati dei bilanci di esercizio depositati.

21-bis. Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri da emanare, ai sensi dell’articolo 71 del codice dell’amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, e successive modificazioni, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, sentita l’Agenzia delle entrate, entro il 31 dicembre 2006, sono stabilite le specifiche tecniche del formato elettronico elaborabile per la presentazione dei bilanci di esercizio e degli altri atti al registro delle imprese ed Ŕ fissata la data, comunque non successiva al 31 marzo 2007, a decorrere dalla quale diventa obbligatoria l’adozione di tale modalitÓ di presentazione.;

22. Fino alla realizzazione delle modalita' tecniche di deposito degli atti in formato elettronico elaborabile, le camere di commercio, industria, artigianato ed agricoltura forniranno le informazioni di cui al comma precedente, senza oneri per lo Stato, nel formato elettronico disponibile.

23. Con decreto interdirigenziale dell'Agenzia delle entrate e del Ministero dello sviluppo economico sono stabiliti i termini e le modalita' delle trasmissioni nonche' le specifiche tecniche del formato dei dati. La prima trasmissione e' effettuata entro il 31 ottobre 2006.

Alcune domande a caldo:
- le scadenze previste sono molto "aggressive": l'Agenzia delle entrate e il Ministero hanno giÓ pronte le specifiche di formato, o almeno delle linee d'azione in proposito?
- il formato potrebbe essere XBRL, almeno per la parte relativa ai bilanci di esercizio? Lo speriamo davvero, ed Ŕ probabile che sia cosý, visto che viene coinvolto il sistema camerale, che Ŕ tra i principali sponsor di XBRL;
- per avere dati in formato elettronico elaborabile, bisogna che vengano forniti dalle aziende tenute al deposito degli stessi; questo significa che entro il 31 marzo 2007 le societÓ (e i loro consulenti e fornitori di software) devono attrezzarsi alla bisogna?
Se quanto previsto nelle norme citate si traduce nei fatti, prevedo un tour de force sul fronte XBRL, e nel nostro piccolo anche per la nostra squadra che lavora sul progetto tassonomia.

Luca

Commenti precedenti:


No documents found

Dite la vostra:

Name *:
E-mail:
Comment *:

<HTML is not allowed>
Formatting: Basic formatting can be included like so:
[b]bold[/b] and [i]italic[/i]
Linking: Links cannot be included